Pagine

giovedì 21 novembre 2013

Lenta la neve fiocca

Lenta la neve fiocca, fiocca, fiocca.
Senti: una zana dondola piano piano.
Un bimbo piange, il piccol dito in bocca;
Canta una vecchia, il mento sulla mano.
La vecchia canta: intorno al tuo lettino
C'è rose e gigli, tutto un bel giardino.
Nei bel giardino il bimbo si addormenta
La neve fiocca lenta, lenta, lenta.
'Giovanni Pascoli' 

venerdì 23 agosto 2013

Nella notte

nella notte si ode l'urlo del temporale estivo 

 crepita grondante di pioggia 

che scroscia violenta dietro i vetri, 


mentre la terra si

ricarica di nuova forza.. 


domani il sole sorgerà ad asciugare le ultime

gocce di pianto....

lu

venerdì 14 giugno 2013

Meriggio di giugno

la meriedienne Van Gog 
giugno
il mese dove i grilli cantano tra le messi 
e le lucciole illuminano scorci di notti quiete,
 il mese del grano maturo e del profumo del fieno appena tagliato 
e l'estate che avanza 
lenta e sonnolenta al canto delle cicale

Lu

mercoledì 22 maggio 2013

Per ogni anima una stella

per ogni anima buona che sale in cielo
nasce una splendente stella
che  illumina il cammino
di chi  l'ha davvero amata
e  ti sarà  per sempre vicino
ad  indicarti la rotta

domenica 12 maggio 2013

A mio figlio

nell'abbraccio di tutto l'amore che ho per te
prima che le nebbie ti avvolgessero
capirai mai il mio dolore di ogni tuo fallimento?
capirai che ogni volta sarà come se avessi fallito io?

una mamma perdona sempre e soffre nel silenzio
e aspetta

mercoledì 10 aprile 2013

Il profumo del vento

Amo la brezza lieve che 

ti sfiora l'anima

profuma di panni stesi al sole che si gonfiano come vele

in un prato pieno di fiori

profuma di dolci carezze e lievi baci 


sussurra favole liete di principi e fate
e teneri ricordi che,
 dispettosa, aveva rubato

per tenerli sospesi
come fragili bolle 
racchiusi nel mare del tempo
portandoli con se

per poi restituirli a suo capriccio
come splendido dono

Lu

lunedì 8 aprile 2013

siamo piccoli

siamo piccoli


ci hanno donato un pianeta in comodato d'uso e noi ne abbiamo fatto un ignomignoso scempio 

per la sete di potere, 
per l'egoismo 
e per un'immensa ignoranza 

lu

martedì 2 aprile 2013

umiltà

umiltà

Umiltàregnava sovrana nei cuoriin un mondo magico ridondante d'Amoretutto era rigoglioso di vita
arrivarono un giorno Invidia e Falsità

sinuose se la fecero amica
la depredarono del suo mondo
e resero schiavi i cuori

li incatenarono in un incantesimo
relegandoli nell'infelicità dell'illusione

trasformando tutto in un deserto arido
dove cresce ormai solo rabbia
lu

domenica 17 marzo 2013

e finalmente PAPA FRANCESCO

Papa Francesco
« Altissimu, onnipotente, bon Signore,
tue so’ le laude, la gloria e l’honore et onne benedictione.

Ad te solo, Altissimo, se konfàno et nullu homo ène dignu te mentovare.

Laudato sie, mi’ Signore, cum tucte le tue creature, spetialmente messor lo frate sole, lo qual’è iorno, et allumini noi per lui. Et ellu è bellu e radiante cum grande splendore, de te, Altissimo, porta significatione.

Laudato si’, mi’ Signore, per sora luna e le stelle, in celu l’ài formate clarite et pretiose et belle.

Laudato si’, mi’ Signore, per frate vento et per aere et nubilo et sereno et onne tempo, per lo quale a le tue creature dai sustentamento.

Laudato si’, mi’ Signore, per sor’aqua, la quale è multo utile et humile et pretiosa et casta.

Laudato si’, mi Signore, per frate focu, per lo quale ennallumini la nocte, et ello è bello et iocundo et robustoso et forte.

Laudato si’, mi’ Signore, per sora nostra matre terra, la quale ne sustenta et governa, et produce diversi fructi con coloriti flori et herba.

Laudato si’, mi’ Signore, per quelli ke perdonano per lo tuo amore, et sostengo infirmitate et tribulatione.

Beati quelli ke 'l sosterrano in pace, ka da te, Altissimo, sirano incoronati.

Laudato si’ mi’ Signore per sora nostra morte corporale, da la quale nullu homo vivente pò skappare: guai a quelli ke morrano ne le peccata mortali; beati quelli ke trovarà ne le tue santissime voluntati, ka la morte secunda no 'l farrà male.

Laudate et benedicete mi’ Signore' et ringratiate et serviateli cum grande humilitate »

venerdì 25 gennaio 2013

io sono

non morirò senza aver vissuto
metterò in gioco me stessa fino all'ultimo


non permetterò a nessuno di  appropriasi della mia  anima

non regalerò i miei sogni

mai fino all'ultimo
loro sono la  mia essenza

e  non permetterò mai a nessuno di rubarmeli
lu

giovedì 17 gennaio 2013

Magie dell'inverno

sotto una candida coltre

Magie dell'inverno

la natura si è assopita per il sonno invernale 



sorda agli echi distorti 


delle miserie umane


Lu